Report officina di scrittura creativa di giovedì 4 Febbraio

Nella seconda officina di scrittura creativa del 2010, datata il 4 Febbraio scorso, è stato scelto come argomento il verbo “Cadere”. A tal proposito si è voluto incentrare inizialmente l’attenzione su una particolare accezione del termine trattato. Infatti la coordinatrice del gruppo ha voluto introdurre la discussione, specificando il verbo “Cadere” come “Lasciarsi andare”,  e prendendo spunto da una stupenda canzone di Celine Dion, “Falling into you (pubblicata nell’omonimo album nel Marzo del 1996) , di cui riporto il testo originale seguente:

And in your eyes I see ribbons of color
I see us inside of each other
I feel my unconscious merge with yours
And I hear a voice say, “What’s his is hers”

I’m falling into you
This dream could come true
And it feels so good falling into you

I was afraid to let you in here
Now I have learned love can’t be made in fear
The walls begin to tumble down
And I can’t even see the ground

I’m falling into you
This dream could come true
And it feels so good falling into you

Falling like a leaf, falling like a star
Finding a belief, falling where you are

Catch me, don’t let me drop!
Love me, don’t ever stop!

So close your eyes and let me kiss you
And while you sleep I will miss you

I’m falling into you
This dream could come true
And it feels so good falling into you

Falling like a leaf, falling like a star
Finding a belief, falling where you are

Falling into you
Falling into you
Falling into you…

Subito dopo l’ascolto del brano ai ragazzi dell’incontro è stata chiesta un’opinione sulle frasi che potessero aver lasciato loro un’impronta, una traccia o anche una semplice sensazione nella pronuncia stessa di alcuni termini contenuti nel testo melodico. E’ stato poi fornito anche il foglio con la traduzione delle parole “musicate” dalla famosa cantante, dove ognuno, rileggendo lo stesso brano in lingua italiana, ha esternato la propria riflessione, da cui è emerso sicuramente un senso positivo, delicato e sentimentale del verbo trattato.

Dopo la discussione è stato assegnato ai corsisti il consueto compito di scrittura creativa, partendo da alcune specifiche indicazioni. Infatti ciascuno doveva immaginare di essere tornato bambino e , trovandosi nel giardino di casa propria in una giornata di pieno sole, soffermarsi dinanzi ad un pozzo, decidendo poi di buttare un oggetto qualunque, che poteva essere materiale o anche astratto. Infine si è data lettura alle versioni dei vari partecipanti da cui sono affiorate diverse e simpatiche narrazioni e dalla cui disamina spiccano colorate varietà oscillanti tra realtà e fantasia.

Negli articoli successivi verrà riportata la traduzione della canzone “Falling into you” di Celine Dion e saranno pubblicati alcuni dei tanti racconti “sfornati” la sera dell’incontro . Invito gli altri corsisti ad  aggiungere il proprio esercizio di scrittura così da fungere da corollario a quelli inseriti inizialmente.

 

 

 Il prossimo incontro si terrà giovedì 18 Febbraio sempre ore 20:30. Sarà un laboratorio di lettura consapevole e ciascuno dei partecipanti dovrà portare un testo, una canzone o una composizione che richiami o contenga il verbo “Cadere”.

(Carlo)

Leave a comment

You must be logged in to post a comment.