un’iniziativa: pseudo guida turistica sulla città di Milazzo

100 cose da fare, vedere e conoscere … a Milazzo e dintorni

Questa non ha la pretesa di essere una guida turistica “canonica”. Tra le pagine che andremo a scrivere non devono trovare posto nozioni di storia, di archeologia, dettagli geografici, dati demografici.
Noi che abbiamo da sempre o quasi vissuto in questa città possiamo dire di conoscerla veramente bene, anche se magari non ricordiamo in quale anno San Francesco fondò il suo convento, o Sant’Antonio naufragò, o sconosciamo l’estensione del comprensorio milazzese in km2.
Anche coloro che hanno visto Milazzo per una sola estate o per pochi giorni possono dire di conoscerla bene, se vi hanno vissuto momenti di serenità e se la stessa città ha impresso nella loro memoria dei ricordi indelebili.
Il nostro obiettivo deve essere questo: depurare i nostri ricordi e le nostre esperienze legate a Milazzo di ogni patina di nozionismo e raccontarla così come ci suggeriscono la memoria e il cuore: un ricordo legato ad un luogo, una leggenda che abbiamo ascoltato dai nostri nonni, un piatto tipico che abbiamo gustato una volta, magari per caso, un particolare modo di dire …
Gli esempi possono essere tanti e possono testimoniare il legame sottile o forte che ci lega al nostro luogo di origine, di residenza, di villeggiatura, o anche di passaggio!

La guida sarà strutturata in 4 sezioni:
– i luoghi: cosa suggerireste di vedere ad un turista di passaggio a Milazzo? Dove lo portereste? Certo, vengono in mente i monumenti e i luoghi naturalistici più noti, ma provate, invece, a condurlo in un angolino con uno scorcio che nessun altro oltre voi conosce, o a fargli notare dei particolari che solo voi avete colto nel luogo che, magari, è il più frequentato.
– i personaggi: quanti nomi celebri associamo a Milazzo e ai suoi dintorni … Ulisse, Polifemo, Federico II di Svevia, Garibaldi, Luigi Rizzo, ma anche musicisti, come Casalaina, giuristi come Impallomeni, storici come Piaggia … Chi sono i milazzesi o coloro che da Milazzo sono passati, che hanno contribuito a comporre i frammenti di storia della nostra città? Cosa ricordate di loro, o cosa avete sentito dire? Magari siete solo passati per una via o una piazza a loro dedicata!
– i ricordi: siamo stati tutti giovani, e molti di noi lo sono ancora. Perché ricordiamo la nostra città? Perché quel luogo ci è rimasto nel cuore? Facciamo un salto indietro nel passato e raccontiamo a chi viene adesso nel nostro paese una storia vera, bella, assurda o inventata che ha avuto Milazzo come scenario.
– le sensazioni: c’è chi associa Milazzo al gusto di una granita, chi pensa al verde argento degli ulivi del Capo, chi avverte l’odore del mare e del pesce appena pescato nel rione di Vaccarella. Quali esperienze che stimolano i cinque sensi possono essere vissute solo a Milazzo?

La sfida è aperta, cari aspiranti scrittori: tiriamo fuori dai nostri ricordi memorie, sensazioni, impressioni. In fondo, se abitiamo ancora qui a Milazzo, se ci siamo stati una volta in vacanza e vorremmo tornarci, se per la passeggiata del fine settimana scegliamo sempre la città mamertina, una ragione ci sarà … Perché non condividerla?

Lara

Leave a comment

You must be logged in to post a comment.